Prendo spunto da un articolo pubblicato su Search Engine Journal per presentare la nostra selezione di 12 plugin per WordPress, scelti tra gli oltre 22 mila che compongono il repository ufficiale.

  1. WordPress SEO
  2. Contact Forms 7
  3. NextGen Gallery
  4. Yet Another Related Posts Plugin
  5. Wp-pagenavi
  6. P3 (Plugin Performance Profiler)
  7. Google XML Sitemaps
  8. CPT-onomies: Using Custom Post Types as Taxonomies
  9. Akismet
  10. Advanced Custom Fields
  11. qTranslate
  12. WordPress Backup

A questi se ne potrebbero aggiungere molti altri, tutti altrettanto valiti, ma quelli selezionati sono i plugin che più di tutti abbiamo imparato ad apprezzare.

E voi, quali si questi utilizzate?

Ma soprattutto,  nella vostra personale classifica di plugin WordPress, quali hanno i posti d’onore?

Dillo ad un amico

autore

Cercando l'impossibile, l'uomo ha sempre realizzato e conosciuto il possibile, e coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che sembrava possibile non sono mai avanzati di un sol passo.

Cosa ne pensi ?

  • ila

    Tutti molto validi.
    CF7 è l’unico trovato finora che ti da la possiblità di scegliere tra una ‘rosa’ di destinatari cui far pervenire messaggi.
    qTranslate davvero unico, anche se ultimamente ho trovato problemi con la versione 3.2.1 (all’attivazione del plug in mi dice che non è ancora ottimizzato per questa versione di WP) (risulta a qualcuno?)

    Vi segnalo vSlider, per inserire slider non nei post ma nel template.

    • fra

      ciao ila
      si concordo cf7 è fantastico

      per quanto riguarda qTranslate, invece, ha tutta una serie di “contro”, che avrei voluto scrivere nel post ma, per poco tempo, non ho avuto modo. Innanzitutto sporca il db in modo clamoroso, poi tramite P3 plugin (un ottimo profiler per wordpress) ho notato che è un mangia risorse 🙁

  • Limit Login Attempts si è rilevato utile alla sicurezza e illuminante sotto certi punti di vista 😉

  • W3 Total Cache
    WPML (invece di qTranslate)
    Toolset (Types, Views and CRED) – lo devo ancora usare per davvero però…

    inoltre, se già usi WordPress SEO, non vedo perché usare Google XML Sitemaps 🙂

  • my 2 cent…

    – “Yet Another Related Posts Plugin” su siti con molti contenuti ha un overhead mostruoso e rischia di piantare il sito mentre fa le correlazioni. Sicuramente meglio usare servizi esterni che oltretutto non basano le relazioni solo su tag e categorie.

    – “Google XML Sitemaps” è inutile se usi “WordPress SEO by Yoast” in quando prevede già la gestione delle sitamap (e lo fa anche meglio)

    – “WordPress backup” come tutti i plugin di backup sono ossimoro. I backup DEVONO essere fatti dal server non da wordpress. Pensa un sito con oltre 2gb di contenuti che devono essere zippati e magari mandati via ftp da qualche altra parte. Ogni volta dovrebbe rifarlo consumanda banda e risorse in modo assolutamente inutile. (via wp posso eventualmente capire il back di alcune tabella del db…)

    infine tassonomie, costum post type, metabox e custom filed sono tutte cose che andrebbero fatte via codice (ed esistono librerie su github che lo rendono semplicissimo). in questo caso il problema è che la gestione di queste configuazioni è salvato nel database rendendo la cosa poco mantenibile e riutilizzabile. dare ad un cliente una soluzione strutturata in questo modo è una cosa che io ho smesso di fare…

    detto questo ogniuno e libero di fare come crede sia meglio ma ricordiamoci che ogni plugin necessità di risorse e se il nostro sito è lento molto spesso è a causa di questo.

Scrivici per avere informazioni sui nostri servizi o
per entrare a far parte del network di smart worker di Evermind