Benvenuto su Evermind - il primo network di Digital Remote Worker

Un tempo la percezione di se che aveva un’impresa era strettamente legata al suo potere economico. 

Solo le grandi potevano permettersi di strutturare piani marketing elaborati, pagare per coordinati affidabili (basta ricordare Steve Jobs che, nel 1985,  pagò 100,000 dollari per il logo della Next, ideato Paul Rand ) e portare avanti degli studi di settore per capire come il brand veniva percepito dai loro clienti.

Tutto questo è cambiato e oggi il campo è aperto a chiunque voglia giocare e le aziende sono libere di costruirsi la propria immagine, cercando di farlo nel modo migliore. Ecco quindi i 5 semplici passi che ogni piccola impresa dovrebbe intraprendere per sviluppare al meglio il proprio brand.

1. Definisci il tuo marchio 

Prima di presentarlo al mondo intero, bisogna porsi delle domande:

  • Che tipo di azienda sono? 
  • Quali sono i miei obiettivi? 
  • Cosa ci differenzia dalla concorrenza? 
  • Come possiamo produrre prodotti o servizi migliori?

Porsi sempre più domande per definire la propria attività, i servizi e gli obiettivi futuri, dopo di che scriverle e ricontrollare il più possibile, per rimanere in linea con quanto detto.

2. Creare un Logotipo

Un logo è la vostra identità visiva, il loro rappresenta l’azienda e la gente che vi lavora. Il design del logo deve avere certe qualità:

  • Unico – Il vostro logo deve essere unico, dal momento che rappresenta l’identità del marchio, assicuratevi che si distingua da quello dei competitors;
  • Visivamente accattivante – Il logo vi deve piacere, deve essere bello da vedere, ma facendo in modo che non si esca dalla linea tracciata nel  documento creato nel primo passaggio, vi deve sempre rappresentare;
  • Stimolante – Dare alle persone uno spunto di riflessione, alla vista del vostro logo;
  • Standardizzare – Assicuratevi che il vostro logo segua gli standard del settore. Facile da stampare su diversi supporti. Dovrebbe essere leggibile in diverse dimensioni, colori ed essere riconoscibile anche a distanza.

L’unico limite che vi separa dalla realizzazione di un logo è dato dalla vostra immaginazione. Affidatevi ad un’agenzia di professionisti. Risparmiare in questo campo equivale a perdere denaro. Cercate un agenzia con provata esperienza e progetti da mostrarvi, fate vedere loro il documento creato nel primo passaggio e assicuratevi che il vostro logo rispecchi tutte le cose scritte in precedenza.

3. Fatevi il sito web

Non c’è bisogno di farvi notare il potenziale presente nel Web. Sappiamo tutti che è possibile per chiunque creare un sito web. 

Esistono servizi online che vi offrono soluzioni preconfezionate a prezzi bassissimi, ma qui non stiamo parlando solo di creare un sito web. L’obiettivo finale è quello di utilizzare questo sito per promuovere il vostro marchio. Così, invece di farlo da soli o utilizzando i modelli già pronti, affidatevi ad un’agenzia per fare il lavoro al posto vostro. Assumete un professionista che vi possa fornire assistenza a 360°, dal design allo sviluppo, e che vi offra anche un piano di assistenza annuale.

Alla fine il vostro sito dovrebbe rispecchiare questi punti:

  • Essere coordinato con il vostro logo, per stile e colore;
  • Fornire le giuste informazioni, avere tutti i contenuti al posto giusto e scritti in modo corretto;
  • Essere facile da navigare, usabile ed accessibile a tutti;
  • Essere facile da aggiornare e facile da utilizzare, in modo che possiate aggiornare da soli i contenuti;
  • Essere indicizzato dai motori di ricerca;
  • Essere consultabile da diversi device, sia da computer che da dispositivi portatili, come tablet e smartphone.
 

4. Date stile al vostro lavoro

Nella progettazione del logo, del sito e di qualsiasi altro elemento di promozione, tenete bene a mente che state progettando, in realtà, pezzi di un disegno più grande. Questo disegno più grande è il vostro marchio.

Assicuratevi che tutte le parti che lo compongono siano coordinate fra di loro, il logo dovrà essere il medesimo nei biglietti da visita, nel sito e su tutti i prodotti della vostra azienda. La firma delle vostre mail sarà coordinata alla carta intestata, al modulo fax e al vostro sito.

La coerenza delle singole cose è rappresentativa della vostra professionalità, della serietà e della cura nei dettagli che potete mettere nel vostro business. Tutto questo è un modo per colpire ulteriormente i vostri clienti, fidelizzarli e far accrescere la fiducia professionale che in voi ripongono.

5. Approfittate del Social Media Marketing 

Le piccole imprese dispongono di risorse limitate da spendere sul marketing. Ma le nuove tecnologie offrono molti vantaggi in tal senso, e possono essere la svolta per superare questo problema.

Attraverso lo sviluppo di idee creative e utilizzando i social network, potete fare pubblicità al vostro brand senza spendere una fortuna, ma con la sicurezza di raggiungere sia quelli che sono già i vostri clienti sia quelli potenziali, grazie al bacino di utenza del web e dei social network

Tuttavia, il web marketing, non è sempre facile da gestire. Ci vuole molto tempo da dedicare, giornalmente, a questa attività; parecchia attenzione per evitare di non diventare molesti, indesiderati o addirittura essere etichettati come spammer, creando un danno al vostro business piuttosto che portando dei benefici. 

L’importante è che non vi dimentichiate questi punti:

  • Non basta parlare con se stessi, ascoltare ciò che gli altri stanno dicendo;
  • Partecipate alle conversazioni e alle discussioni. Non basta stare lì e guardare, partecipate;
  • Mostrate il vostro lato umano. Non siate solamente un’entità che offre esclusivamente i propri prodotti. 
  • Non aggiungete contatti a caso. Createvi una lista di contatti che sia coerente con quello che fate, mettendo il punto su chi vi segue, chi state seguendo voi e perché, e segnatevi le figure possibilmente rilevanti sotto il profilo aziendale. Postate contenuti possibilmente filtrati per interessi. Le persone sono più propense a rispondere alle vostre interazioni sociali se condividono i vostri stessi interessi.
 

Anche in questo caso prendete in considerazione l’ipotesi di affidarvi a terzi per curare i vostri contenuti sul web. Assumete un’agenzia che faccia il lavoro al posto vostro, vi farà risparmiare tempo e vi fornirà, a corredo del social media marketing, un elenco di possibili attività parallele per promuovere il vostro marchio.

Questi sono solo alcuni punti che vi consentiranno di iniziare col piede giusto, per sviluppare correttamente il vostro brand. 

Ma ricordate che è un processo in continua evoluzione. Si arriva a imparare dai propri errori, a volte improvvisando in corso d’opera. Non abbiate paura di commettere errori, sono pur sempre un modo sicuro per imparare cose nuove.

share

autore

Lavoro nel settore della grafica dai tempi di Photoshop 5 e 3D Studio Max4. Quando le foto si acquistavano nei cataloghi cartacei e il massimo della connessione era l'ISDN a 128kb.

In questi 16 anni di lavoro ho cambiato numerose agenzie e mi sono adattato a differenti metodi lavorativi. Grazie a questo percorso ho avuto modo di specializzarmi sia nel settore web che in quello tipografico.

Ho studiato praticamente da autodidatta, divorando numerosi volumi, prima, e attraverso il web, poi. La curiosità e la voglia di approfondire mi hanno formato e dato modo di insegnare in master privati (in aula) e in lezioni One to One (Illustrator, Photoshop, Blender)

La vita mi ha portato a vivere a Londra, dove ho lavorato in diverse agenzie come freelance, fino a quando sono rientrato in Italia per fondare, assieme a FrancescoDanilo e Marco, Evermind

Sono Art Director, membro dell'Art Director Club Italiano.

   

Approfondisci

Cosa ne pensi ?

  • Il Brand è quello che gli altri pensano di noi dopo averli messi sulla strada giusta.

    Se dovessi aggiungere un punto fondamentale per costruire un Brand metterei sicuramente :

    Personalizza il Brand -> Ogni persona che “raggiunge” o “adotta” il Brand deve sentirsi a proprio agio con il referente del Brand, quindi i dipendenti/venditori/commessi/negozianti etc … , e deve poterlo sentirlo “amico”, più simile alle sue esigenze. Il Brand NON deve arrogarsi il diritto di porre dei limiti di personalizzazione utente. Deve diventare un “mondo” in cui la persona “naviga” e per cui è disposta a superare dei “limiti” pur di rimanere in quel “mondo”.

  • Simone Landi

    Ciao Domenico, complimenti per il sito innanzitutto.

    Io sono un tirocinante che lavora in una ditta che sta producendo un prodotto brevettato e che rappresenta una start-up nell’ambito dei rimedi naturali contro le zanzare. L’obiettivo principale dell’azienda è quello di far conoscere il marchio del prodotto e di profilare i contatti in tempi ragionevoli per poi indirizzarli ai nostri rivenditori. Ho appena finito di creare un sito vetrina di natura brand e lead. Come posso muovermi in modo da generare qualche contatto? Chi posso andare a chiedere di fare attività di link building reciproco? Perché finora ha avuto un esito negativo, almeno sui siti sui quali sono stato. Ti ringrazio in anticipo e attendo una risposta

    Simone