Il 18 ottobre è stato pubblicato il decreto legge Crescita 2.0 in Gazzetta Ufficiale.

Tantissimi i temi affrontati:

  • Anagrafe unificata
  • Documento digitale unificato
  • Amministrazione digitale del cittadino
  • Procedure digitali per acquisto di beni e servizi
  • Misure per la sanità digitale
  • Azzeramento del divario digitale
  • Startup

In questo post voglio concentrarmi sul tema Startup.

Il decreto stabilisce precisamente quali siano i requisiti per la creazione di una nuova azienda definibile con il termine start-up.

  • la maggioranza delle azioni appartiene a persone fisiche;
  • operative da non più di 48 mesi;
  • fatturato non superiore a 5milioni di euro l’anno;
  • non aver mai distribuito utili;
  • investire nella ricerca più del 30% del maggiore valore fra costo e valore totale della produzione. In alternativa, avere almeno un terzo della forza lavoro complessiva con dottorato di ricerca o che sta svolgendo un dottorato di ricerca.

Notate il grassetto: sì, avete letto bene. Se hai 16 anni e hai un’idea rivoluzionaria, per poter fondare una start-up riconosciuta dallo Stato devi assumere qualcuno con un dottorato di ricerca o che lo stia svolgendo.

Senza nulla togliere ai dottorandi, sicuramente persone dedite alla loro causa/passione per pochi spiccioli, questa scelta diviene controproducente nel momento stesso in cui si scontrano due filosofie di pensiero diverse: da un lato il ragazzo 16enne, fresco, innovativo per indole, dall’altra una persona persa nelle scartoffie, in lugrubi studi universitari, dove conduce “ricerca” (se poi così la si possa chiamare) ma che poi di questa ricerca spesso non vede i frutti e non ha una minima idea di cosa sia la vita aziendale.

(via corrierecomunicazioni.it)

Dillo ad un amico

autore

Cercando l'impossibile, l'uomo ha sempre realizzato e conosciuto il possibile, e coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che sembrava possibile non sono mai avanzati di un sol passo.

Cosa ne pensi ?

Scrivici per avere informazioni sui nostri servizi
o per entrare a far parte del network di smart worker di Evermind